SAN FRANCESCO

      BED & BREAKFAST

SAN FRANCESCO

      BED & BREAKFAST

​Vico Sant'Andrea, 6 - 70022 Altamura (BA)

info@sanfrancescoaltamura.it

Tel.0803115703  3398996868

 


facebook
instagram

facebook
instagram

SIGN UP THE NEWSLETTER

 

INFO UTILI 

 

VISITE TURISTICHE  

1533206950OOParcoMurgia.PulodiAltamura8.JPG

 

PULO DI ALTAMURA 

Cosa c'è da vedere: il Pulo di Altamura è una dolina carsica enorme coi suoi 500 metri di diametro e quasi 100 di profondità e presenta degli splendidi ambienti rupestri, frequentati da rapaci e, a partire dal Paleolitico, da uomini preistorici ed asceti.

 

Itinerario: Itinerario modulabile secondo le esigenze. Da non perdere la visita ad alcune grotte situate lungo il perimetro della dolina. Il Pulo è interamente circumnavigabile a piedi usando sentieri e strade bianche, in meno di due ore. E’ possibile arrivare al Pulo a piedi dal Centro Visite di Lamalunga, usando piccoli sentieri rocciosi tra le colline, lambendo antiche masserie ed attraversando tratturi e vecchie aree ricche di specchie e trulli, con un percorso più vario lungo circa 5-6 km.

 

Difficoltà e tempi di percorrenza: Da facile a medio a seconda dell’utenza.

 

Tempi di avvicinamento da Altamura: 10 minuti di auto

IMM2

 

MURGIA PARISI 

Cosa c'è da vedere: gli ampi panorami sul versante meridionale delle Murge, con le città Altamura e Gravina viste dall’alto. La tipica vegetazione steppica e rupestre, fatta di erbe ed arbustelli bassi e le antiche strutture rurali in pietra, utilizzate sino al secolo scorso per la pastorizia transumante, distese sui pendii e parzialmente celate dalla vegetazione. Interesse prevalentemente paesaggistico.

 

Itinerario: percorso ad anello. Si parte dalla base dei primi rilievi murgiani e, tramite una mulattiera si risale il pendio sino al margine del rimboschimento a conifere. Qui con diversi saliscendi si lambisce la pineta con ampi panorami sugli abitati di Altamura e Gravina, poi dopo aver attraversato la stessa, ci si trova a guardare verso Nord, uno spaccato particolarmente suggestivo di Murgia denominato Lamanervi, un tempo intensamente vissuta ed ora regno di grillai e sparute greggi ovine pascolanti. L’anello si chiude con la discesa tramite la stessa mulattiera dell’andata.

 

Difficoltà e tempi di percorrenza:media, 7-8 km. Mezza giornata 3 -3,5 h

 

Tempi di avvicinamento da Altamura: 10-15 minuti di auto

cets717aprile

 

CASTEL GARAGNONE 

Cosa c'è da vedere: i ruderi del Castello del Garagnone, di epoca normanna e vissuto ai tempi di Federico II di Svevia, edificato su una altura rocciosa molto suggestiva, che domina la piana del Bradano e la via Appia; in primavera i prati sono ricchissimi di fioriture: tra esse troviamo una decina di specie di Orchidee spontanee ed il Lino delle Fate, che a maggio, colora d'argento le colline. Diversi rapaci volteggiano in zona, in particolare durante la migrazione primaverile. Suggestive le architetture rurali in pietra presenti in zona. Interesse storico e naturalistico.

 

Itinerario: si percorre dapprima una strada sterrata in piano ai piedi dei rilievi murgiani, dopo di che, con percorso libero, si giunge ai piedi della Rocca su cui fu edificato l'antico castello; una breve e ripida salita consentirà di guardare da vicino il Castello ed il panorama che si gode dall'alto. Si torna con percorso ad anello sfruttando una sterrata che corre sul bordo alto delle colline murgiane.

 

Difficoltà e tempi di percorrenza: L'itinerario può essere modulato con piccole percorrenze di un’ora circa, ma anche con 3- 4 h di cammino, di facile percorrenza. E’ necessario per l’ascesa ai ruderi del castello, il superamento di piccoli e ripidi dislivelli e la progressione su tratti leggermente sconnessi.

 

Tempi di avvicinamento da Altamura: 30-40 minuti di auto 

0141-1-

 

LA MENA 

Cosa c'è da vedere: Una splendida alternanza tra ambienti boscati, cespuglieti e prati, la maestosa masseria "Casino De Angelis", di origine seicentesca, a dominare la zona da una altura e splendidi esempi di trulli e specchie. La Murgia de "La Mena" cela tra rocce ed erbette basse anche un'antica necropoli dell'età del bronzo, oltre a laghetti effimeri, grotte ed altri fenomeni carsici.

 

Itinerario: 5 km ad anello. Si percorre una strada sterrata che taglia in mezzo a coltivi e frutteti, giungendo in lieve discesa ai laghetti carsici definiti "Pozzo di Rota", con acqua solo in autunno-inverno; di qui si prosegue inoltrandosi tra querce roverelle, lame e tratturelli, per raggiungere la necropoli, seminascosta dalla vegetazione. Si chiude l’anello passando tra pascoli e trulli e percorrendo un tratto dell’antica mulattiera che conduceva da Altamura a Bari.

 

Difficoltà e tempi di percorrenza: 2 – 3 h

Il servizio guida per passeggiate naturalistiche è attivo a partire da un minimo 4 fino ad un massimo di 20 persone ed ha un costo di 60 € per la mezza giornata e 100 € per la giornata intera.

Prenotando e pagando la visita con almeno una settimana di anticipo si avrà diritto ad uno sconto del 15% sulla tariffa.

 

NOTE: per chi non è automunito si può prevedere il noleggio di un minibus o l’uso di un taxi ad un prezzo convenzionato. Occorre munirsi di scarpe ed attrezzature idonee alle passeggiate all’aria aperta.​

Create a website